Tag Personale

Cresci, piccolo

Ci sono cose che sono così importanti che il resto quasi scompare.

L’attesa di un figlio è come essere immersi senza sosta in una sinfonia di Mahler. Il risultato è che mi ritrovo a fantasticare, soprattutto a proitettarmi nei genitori che vedo in giro, insomma fondamentalmente mi sono rimbecillito. In questo inebetimento comunque c’è una nota positiva: le priorità sono diventate palesemente chiare e le sciocchezze su cui altre volte mi incaponivo, ora neanche mi toccano. Così mi trovo a chiedermi perchè gli altri si scannano per questioni per le quali un pizzico di buon senso basterebbe per sedarle o chiarirle. Me lo chiedo per 5 secondi circa, poi passa subito. Ho cose più importanti a cui pensare. Maggiori informazioni

32 anni, un giorno come un altro

Gyo futuro padreTanti auguri a mee, tanti auguri a meee… auguri, torta, candeline, spumante, tirate d’orecchi, discorso, e tutti felici a casa. Quasi quasi trovo piacevole il fatto che quest’anno il festeggiamento l’ho fatto soltanto in ufficio. Probabilmente non l’avrei fatto neanche lì se non fosse stato reso di pubblico dominio da una collega già lunedì (grazie Salvina!).

Vista la situazione particolare che c’è da quasi due mesi a casa mia ogni attività pubblica è sospesa. Maggiori informazioni

Cominciamo bene

Uomo VitruvianoCome volevasi dimostrare non ho un’idea valida per cominciare a scrivere. Blocco dello scrittore ancor prima di cominciare. Non che abbia pochi argomenti, ma non saprei da dove cominciare.

Ecco, faccio un elenco delle mie passioni, questi saranno in fondo gli argomenti sui quali scriverò:

  • Informatica in generale, ma soprattutto videogiochi, software free ed open, linux web e sviluppo di software.
  • Fumetti, in particolare manga giapponesi e la DC comics americana, ma non solo.
  • Animazione. Ebbene sì, appartengo alla generazione cresciuta a pane e cartoni animati.
  • Cinema, ho gusti un po’ particolari in questo campo, ma non disdegno anche il blockbuster americano ogni tanto
  • Musica soprattutto d’autore italiana, o americana, ma sono semrpe aperto alle novità
  • Libri saggi, racconti, romanzi, un po’ di tutto
  • ed infine i cosiddetti [email protected] miei. Che diario sarebbe senza un po’ di vita vissuta?

Spero di non annoiarvi… Alla prossima!