Palahniuk in breve secondo me

Palahniuk in breve secondo me

Raramente uno scrittore mi ha appassionato tanto. Forse solo Pennac e Gaiman ci si avvicinano. I libri di Chuck Palahniuk (CP in seguito) nonostante gli alti e bassi, mi lasciano sempre la voglia di leggere il successivo, pur non essendo sequenziali, ma romanzi ben distinti.

Non avendo per ora (e probabilmente mai) il tempo di fare una recensione approfondita (come vorrei) per ogni libro, mi limiterò a dei commenti lampo per ogni opera.

Maggiori informazioni

Gioco d’azzardo Etico

Gioco d’azzardo Etico

Decisamente non sono la persona migliore che possa parlare dell’argomento gioco d’azzardo.

Mi sento molto fortunato ad essere quasi impermeabile al fascino della vincita al gioco che -suppongo- sia un fattore chiave per il gioco d’azzardo. Potrei localizzare la fonte di questa impermeabilità nell’osservazione di anni di totocalcio di mio padre senza mai vincere oppure nelle traumetiche partite a carte natalizie fra parenti, ma poco importa. Ormai sono così.

video_pokerDal mio punto di vista è assurdo pensare che ci sono persone che si rovinano in partite a poker, videopoker o nei casinò, che siano fisici sul web. Soprattutto i videopoker non li capisco: manca completamente il fascino del poker, degli sguardi, dell’analisi psicologica degli avversari. Rimane soltanto la voglia di vincere contro una macchina che è programmata per rilasciare una piccola quantità di quello che spilla agli utenti.

Maggiori informazioni

Santo Natale

Santo Natale

No, non sto scrivendo gli auguri di natale con un ritardo mostruoso. Ho aspettato che passasse un po’ di tempo prima di pubblicare qualche pensiero personale sul questa ricorrenza di cui tutti sanno tutto, ma forse non abbastanza.

Tutti sanno che il 25 dicembre si festeggia la nascita di Gesù di Nazareth, figlio di Maria e del Dio ebraico Geova. Il bambino concepito senza peccato (cioè senza atto sessuale) crescerà e diventerà il salvatore del mondo, professerà l’amore fra tutti gli uomini, l’uguaglianza e la carità, compirà miracoli e si sacrificherà facendosi crocifiggere e resuscitando dopo tre giorni.

La storia di questo personaggio straordinario è stata raccontata da molti suoi seguaci e da queste storie è stata fondata una religione che oggi è la più professata nel mondo in diverse decine di professioni diverse, ma soprattutto nel cattolicesimo.

Fin qui niente di nuovo per nessuno, suppongo.

Straordinaria è la quantità di eventi che dall’antichità condividono questa data, il 25 dicembre. Cito da Wikipedia:

horus-jesus-krishna

Horo, Gesù, Krishna

Il 25 dicembre è attribuito alla nascita di svariati salvatori di diverse civiltà come Osiride (Egitto), Tammuz (Babilonia), Quetzalcoatl (Messico), Bacab (Yucatan) ecc… tutti derivati dal culto del Sole Persiano (risalente a 3600 anni fa) che sempre in questo giorno festeggiava la nascita di Mithra (figlio del Sole e Sole egli stesso). L’anno 0 è il primo anno dell’era astrologica dei pesci a cui i romani associarono come salvatore Gesù Cristo.

Maggiori informazioni

Zeitgeist: la madre di tutti i complotti

Qualche settimana fa mi arriva in mail un link Google Video accompagnata da frasi entusiastiche come di chi aveva visto per la prima volta la vera luce.

Scusate. Mi ero riproposto di scrivere una recensione neutrale, ma temo che il mio scetticismo sia già evidente dall’ironia della prima frase.

Sono certo che capirete che con una presentazione del genere, degna della più classica delle bufale, non potevo non storcere il naso.

Per correttezza aggiungo che il mittente è un amico che non ha mai partecipato a queste catene di San Antonio, se non quelle puramente divertenti.

Ma torniamo all’e-mai: apro il link, parte il video, sposto lo sguardo sulla durata totale del video: oltre due ore! E nel frattempo noto i sottotitoli su un parlato in inglese e decido che salverò il link per rivederlo quando avrò più tempo e concentrazione da dedicarvi.

Così faccio, un po’ alla volta vedo le tre parti del documentario, nel frattempo mi documento e ne leggo online: si tratta di un’opera pubblicata gratuitamente dai suoi autori e disponibile oltre che sui principali siti di video sharing anche in download appoggiandosi ai canali P2P, con link diretti dal sito principale. Nel 2007 ha vinto un premio all’Artivist Film Festival, che a giudicare dal nome è un premio per il cinema attivista.

Maggiori informazioni

Perchè non seguirò le olimpiadi

Ci siamo quasi. Fra una settimana cominceranno ufficialmente i giochi olimpici di Pechino ed io non li degnerò di uno sguardo.

Certo i TG ne parleranno ed avrei sperato in un boicottaggio più diffuso, ma non pretendo di dire agl ialtri cosa devono fare, mi basta sfogare sulla mia paginetta web i motivi per cui IO ritengo giusto ignorare questa manifestazione. Maggiori informazioni