Assolutamente da leggere: Strangers in Paradise

Assolutamente da leggere: Strangers in Paradise

Copertina di SiP #85Ci sono tanti fumetti, probabilmente troppi, e fra questi ci sono parecchi ottimi fumetti. Fra questi ottimi ci sono comunque alcuni che continuano a brillare per qualcosa che riescono a trasmettere ai lettori.

Strangers in Paradise è uno di questi.

Una storia lunga e articolata che potrebbe sembrare una commedia sentimentale se non fosse per i tanti colpi di scena, l’azione, la denuncia, l’intelligenza dei dialoghi e una profondità dei personaggi quasi introvabile. E non parlo solo del fumetto. Katchoo, Francine e David sono personaggi vivi, veri.

Maggiori informazioni

Il cimitero senza lapidi

Di solito in estate mi sbizarrisco e mi dedico alla lettura in maniera più decisa del solito.

Purtroppo quest’anno non è andata allo stesso modo: sarà perchè ero più stanco del solito ed ho dormito di più, sarà perchè sono preso dalla gravidanza di mia moglie e cerco di coccolarla ed aiutarla in ogni cosa che fa, sarà perchè i fumetti della DC Comics quest’anno ci hanno letteralmente sommersi ed io leggo sempre prima i fumetti…

Insomma quest’anno al posto dei 2/3 romanzi ho letto solo un libro, una raccolta di racconti. Che almeno è come se avessi letto dieci storie diverse, ma in realtà è solo una bugia che mi dico per sentirmi meno in colpa col dio protettore della lettura al quale -per redimermi- ho già sacrificato diverse VHS (che tanto non avrei mai guardato).

Ma torniamo al libro: bello.

Maggiori informazioni

20th Century Boys

20th Century Boys copertina primo volumeUn gruppo di ragazzini come tanti (come lo ero io) cresciuti nel secolo scorso si diverte creandosi una propria “base segreta” (un ammasso di cespugli in mezzo ad un campo incolto), si disegnano un simbolo e si raccontano storie su come un giorno salveranno il mondo da una orrenda catastrofe, ispirandosi agli eroi dei fumetti e dei cartoni animati.

Passano gli anni ed ognuno prosegue sulla propria strada, i sogni di bambini sono vaghi e sbiaditi, ma piccoli indizi insospettiscono Kenji Endo, uno di quei ragazzini che oggi gestisce il market che un tempo era dei genitori, vive ancora con la madre e, come se non bastasse, fa da padre alla neonata nipote Kana, figlia della sorella misteriosamente scomparsa nel nulla.

Il gruppo di amici si riunisce per un triste evento, la morte di uno di loro anche questa volta in circostanze misteriose.

Simbolo dei \Nel frattempo sembra che qualcuno stia realizzando quelle catastrofiche storie di bambini usurpando persino il simbolo che i ragazzi utilizzarono un tempo ed utilizzandolo per creare una strana organizzazione con a capo un misterioso “Amico” che sembra avere poteri straordinari e che fonda su di sè una sorta di religione. Inizialmente nessuno crederà agli allarmi di Kenji, ma poi uno ad uno il gruppo si renderà conto dell’enorme pericolo in arrivo e si uniranno nella speranza di contrastarlo.

Maggiori informazioni