Il reality secondo me

Non so quando esattamente mi sia venuta in mente questa idea, ma svilupparla mi ha fatto venire un prurito mentale non indifferente.

Chi mi conosce sa che soffro di una evidente allergia per i cosiddetti reality show, questi orrendi programmi televisivi in cui gente più o meno nota viene seguita da telecamere mentre si trova in situazioni anomale.

Tutti ne parlano male ma tutti seguono il Grande Fratello e tutti i fratellini e sorelline. Inoltre la stagione televisiva è ormai arrivata e già siamo pieni di  questi format milionari.

Quindi mi sono detto: come dovrebbe essere fatto un reality show perchè io possa almeno pensare di guardarlo? Così è nata la balzana idea di Risponde la Realtà.

Maggiori informazioni

Bollino rosso sul Codice Da Vinci

Il codice Da Vinci (locandina)

Ieri sera sono stato al cinema a guardare l’ultimo bellissimo film dei fratelli Cohen, Burn after reading. Scriverei con piacere di questa strana commedia, ma c’è una cosa che mi ha colpito di più rientrando a casa, mentre giravo i canali televisivi: il Codice da Vinci di Ron Howard e con Tom Hanks veniva segnalato con il bollino rosso, indicando un contenuto non adatto ai minori, neanche se accompagnati da un adulto.

Ok, c’è qualche omicidio, il tizio albino che si punisce è un po’ strano, ma non c’è niente che non si possa spiegare ad un ragazzino. Il bollino giallo ci stava tutto!

Maggiori informazioni

Droga virtuale, bufala reale

Si chiama i-doser ed è sempre più argomento di conversazione in rete e fuori. La chiamano “nuova droga virtuale” e prevedono scenari disastrosi a causa dell’abuso di questo nuovo stupefacente, unico nel suo genere.

Sì, unico perché a differenza delle altre droghe questa si può facilmente scaricare da internet. Si tratta di comuni file MP3 da ascoltare in cuffia che riproducono una sequenza di suoni tale da indurre nel cervello uno stato di alterazione simile a quello delle droghe chimiche.

L’allarme è stato lanciato in Italia da TGCom, in un articolo (potete leggerlo qui) che lascia quantomeno perplessi, articolo comunque ampiamente commentato dal cacciabufale Paolo Attivissimo.

Io non voglio ripetere quanto già scritto e mi sono preso la briga di cercare le radici di questa notizia. La giornalista del TGCom ci spiega che questo fenomeno è nato in USA e si sta espandendo in Europa partendo dalla Spagna. Con Google come strumento d’indagine mi metto sulle tracce di i-doser pronto a sporcarmi le mani infiltrandomi nei bassifondi del web. Maggiori informazioni

Amici, che nostalgia!

I protagonisti di Friends

Li conosco da più di dieci anni e con loro ho passato pomeriggi indimenticabili. Ancora oggi rivedendoli mi tornano in mente le battute stupide e le facce buffe. E facciamo quasi a gara a chi ripropone la scenetta che per un periodo è diventato slang.

Problemi indipendenti da noi ci hanno allontanati per qualche anno, quando inaspettatamente, questa settimana sono tornati! Addirittura due volte al giorno dal lunedì al venerdì su Italia Uno e Rai Due, riecco i volti di Chandler, Monica, Joey, Rachel, Ross e Phoebe.


Maggiori informazioni