Manca solo la parola

La mia mogliettina neomamma ultimamente non se la passa proprio benissimo.

In diversi momenti nell’ultimo mese ha avuto dolori fortissimi che inizialmente temevamo fosse gastrite, poi ci hanno convinti che fosse legata all’influenza, per scoprire qualche giorno fa che si tratta di calcoli alla colecisti e bisogna operare.

Se questo non bastasse è arrivato pure un raffreddore che l’ha lasciata senza voce, a parte un sottile sibilo la mia mogliettina è completamente AFONA.

mobile-phoneMolti salterebbero di gioia (forse, in altri momenti e di nascosto, anche io… non diteglielo), ma è difficile gestire insieme il pupo se non so quando lei ha bisogno del mio aiuto perchè non può chiamarmi oppure quando capisco la metà delle cose che mi dice. Ok, ci aiutiamo con la mimica, ma per le comunicazioni più complesse, decisamente non basta .

Volevo trovare una soluzione per questo problema, e siccome io sono io, la soluzione l’ho trovata nella tecnologia. Innanzitutto cammino in casa (che non è un maniero, tranquilli) col cellulare al quale lei può squillarmi quando ne ha bisogno.

notepad-vistaPer comunicare invece lei stessa aveva già trovato la semplice ed efficace soluzione in una finestra di testo nella quale scriveva quello che non poteva dire.

Però la mia mente era già in moto e con la scusa di avere lo sguardo libero per guardare il pupo ho cercato di attivare le soluzioni text-to-speech di Windows.

Per una volta la soluzione del sistema operativo Microsoft sembra veramente a portata di mano e di semplice utilizzo: la funzione di Assistente Vocale si lancia facilmente dal pannello di controllo.

assistente_vocaleE qui subito il primo blocco: il Narrator (questo il nome del programma)  appena lanciato mi invita ad installare una Voce che legga i testi seguendo la fonetica italiana anziché quella inglese, unica presente anche utilizzando una versione di Windows totalmente italiana.

Purtroppo ne’ nell’help di Vista ne’ sul sito Microsoft c’è traccia di queste voci e non è prevista la possibilità di comprarle. Visto che spesso MS usa in licenza software sviluppati da altre aziende cerco qualcosa su Google e non trovo molto finchè non incentro la ricerca sul problema anzichè sul programma.

narrator_richiesta_voceQui le ricerche d’aiuto e le soluzioni si sprecano (grazie Google) soprattutto in forum tecnici, dove trovo tanta gente che si è trovata nella mia stessa situazione. Qualcuno linka addirittura un file sullo stesso sito microsoft, link che però porta ad un contenuto inesistente. Infine lo stesso file si riesce a recuperare da servizi di file-sharing generici. Così ho trovato il file, l’ho installato ed ora il PC di mia moglie… parla!

Purtroppo nel frattempo lei sembra aver preso gusto a chiamarmi con un fischio

Però un’ultima considerazione la devo fare: tu azienza mi vendi un software (anche quando é preinstallato viene venduto, mica regalato) che include tante funzionalità, alcune delle quali le hai comprate da altri. Queste funzionalità richiedono dei moduli aggiuntivi anche in maniera esplicita. Non ti viene in mente di dare a me utente -non dico i moduli- almeno le informazioni o i link per recuperarli ‘sti maledetti moduli?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.