Archivia Febbraio 2009

Assolutamente da vedere: Memento

Vorrei trasformare in un po’ di articoli della mia passione per il cinema, soprattutto quello di nicchia, così mi trovo qui a tentare una recensione di uno di quei film che -a mio modesto parere- devono essere visti.

Non è stato facile decidere il titolo dal quale cominciare, alcuni sono davvero classici e ne è stato già detto di tutto, altri sono troppo strani e ci vorrei arrivare dopo aver parlato di film tutto sommato digeribili da tutti.

Memento non è certo un film semplice sotto nessun punto di vista, ma è allo stesso tempo accessibile a tutti e decisamente non banale.

Maggiori informazioni

Pediatraverso, primo contatto

Ci sono teorie sugli universi paralleli incredibilmente affascinanti e complesse.

Per fortuna ci sono anche universi che è facile visitare, sono dietro una porta e nonostante questo facile accesso, le incredibili peculiarità e le stranezze degli indigeni riescono a lasciarci stupefatti.

Questo è il resoconto della mia prima visita nell’universo parallelo della mia pediatra, più specificatamente nel pianeta Saladattesa e, soprattutto, dei suoi abitanti.

Maggiori informazioni

vantinove dicembre duemilaotto

La nottata passata in clinica non é certo delle più comode, ma almeno qualche ora l’ho passata dormendo, al contrario di Rossella che era già più nervosa. Come non capirla? Nonostante tutte le tranquillizzazioni e la sicurezza sarà lei che di lì a poche ore entrerà in sala operatoria.

So che può sembrare stupido, ma ho sensi di colpa per cose assurde: per aver dormito, per non essere io a venire aperto, per non poter fare praticamente niente…

Qualche visita delle infermiere, qualche dottore e già Rossella viene preparata per l’operazione mentre dalle altre stanze comincia il viavai. La sensazione é quella di una fabbrica che s’è messa in funzione.

Non é la parola giusta, ma penso a “catena di montaggio”.

Quasi senza accorgermene sto salutando Rossella che entra in sala. Purtroppo non potrò entrare a darle sostegno dentro. Le dico “coraggio”. Mi dico “speriamo bene”. Maggiori informazioni